Dr. Stebe

Sistema cardiovascolare

SPIEGAZIONEPATOLOGIENUTRACEUTICIARTICOLI
clicca le sezioni per navigare

Che cos'é?

Il sistema cardiovascolare, anche detto sistema emato – vascolare, o semplicemente sistema circolatorio, è l’insieme degli organi deputati al trasporto del sangue dal cuore alla periferia del corpo e viceversa.


È costituito da:

  • cuore, il muscolo deputato al pompaggio del sangue;
  • sangue, che circola per il corpo e porta sostanze alle cellule e ne allontana altre;
  • vasi sanguigni, attraverso i quali il sangue circola;

Come suggerisce il nome, il sangue contenuto nel sistema circolatorio viene pompato dal cuore attorno a un cerchio chiuso o circuito di vasi mentre passa continuamente attraverso le varie “circolazioni” del corpo.


Ci sono due sistemi circolatori del sangue nel corpo:

  • il primo è il sistema circolatorio sistemico. Questo è il principale sistema circolatorio del sangue che trasporta il sangue agli organi, ai tessuti e alle cellule in tutto il corpo.
  • il secondo è il sistema circolatorio polmonare. Questo sistema circolatorio muove il sangue tra cuore e polmoni. È dove l’ossigeno entra nel sangue e l’anidride carbonica esce dal sangue.
Come funziona la circolazione

Il cuore

Il cuore è costituito da quattro camere distinte: due camere superiori chiamate “atri” e due camere inferiori chiamate “ventricoli”. Una parete o “setto” separa gli atri e i ventricoli. Le valvole controllano il flusso di sangue all’interno delle diverse camere.


Il sangue privo di ossigeno ritorna dal corpo ed entra nell’atrio destro (camera in alto a destra) attraverso la vena cava inferiore e la vena cava superiore, viene ossigenato attraverso uno scambio di ossigeno dai polmoni, per uscire poi ricco di ossigeno dal ventricolo sinistro che pompa il sangue attraverso la valvola aortica in una grande arteria chiamata “aorta”. Questa arteria fornisce sangue al resto del corpo.

I vasi

Il ruolo vitale del sistema cardiovascolare nel mantenimento dell’omeostasi dipende dal movimento continuo e controllato del sangue attraverso i capillari che permeano ogni tessuto e raggiungono ogni cellula del corpo.


È nei microscopici capillari che il sangue svolge la sua ultima funzione di trasporto. I nutrienti e altri materiali essenziali passano dal sangue capillare ai fluidi che circondano le cellule mentre i prodotti di scarto vengono rimossi.


Numerosi meccanismi di controllo aiutano a regolare e integrare le diverse funzioni e parti componenti del sistema cardiovascolare al fine di fornire sangue a specifiche aree del corpo secondo necessità. Questi meccanismi garantiscono un ambiente interno costante che circonda ogni cellula del corpo indipendentemente dalle diverse richieste di nutrienti o dalla produzione di prodotti di scarto.

sistema venoso

Le malattie cardiovascolari

Le malattie cardiovascolari sono un gruppo di patologie cui fanno parte le malattie ischemiche del cuore, come l’infarto acuto del miocardio e l’angina pectoris, e le malattie cerebrovascolari, come l’ictus ischemico ed emorragico. Rappresentano le principali cause di morbosità, invalidità e mortalità in Italia.

Le malattie cardiovascolari sono in gran parte prevenibili, in quanto riconoscono, accanto a fattori di rischio non modificabili (età, sesso e familiarità), anche fattori modificabili, legati a comportamenti e stili di vita (fumo, alcol, scorretta alimentazione, sedentarietà) spesso a loro volta causa di diabete, obesità, ipercolesterolemia, ipertensione arteriosa.

malattie cardio vascolari

La prevenzione per ridurre il rischio

prevenzione

Un limitato consumo di sale (meno di 5 gr al giorno) associato a una dieta ricca di frutta e verdura, legumi, di alimenti a basso contenuto di grassi animali, come pesce, pollame, con scarsa quantità di carni rosse e insaccati, dolci e bevande zuccherine, contribuisce a ridurre la pressione arteriosa a mantenere livelli di colesterolemia ottimali.

Principali disturbi e patologie

In donne e uomini adulti
diabete

Sindrome metabolica e diabete

Fattori di riscio per malattie cardiovascolari

Descrizione

Con il termine “sindrome metabolica” non si fa riferimento a una singola patologia, ma a un insieme di fattori di rischio legati a condizioni che aumentano la possibilità di sviluppare patologie cardiovascolari e diabete.

La sindrome metabolica presenta un rischio due volte maggiore di sviluppare malattie cardiache e cinque volte maggiore di sviluppare il diabete.

Per poter parlare di sindrome metabolica devono essere presenti contemporaneamente ALMENO TRE dei seguenti fattori di rischio:
  • pressione arteriosa superiore a 130/85 mmHg
  • trigliceridi ematici superiori a 150 mg/dl
  • glicemia a digiuno superiore a 110 mg/dl (100 mg/dl secondo l’ADA)
  • colesterolo HDL inferiore a 40 mg/dl nell’uomo o a 50 mg/dl nelle femmine
  • circonferenza addominale superiore a 102 centimetri per i maschi o a 88 centimetri per le femmine
Sintomi

  • aumento di peso
  • insulinoresistenza
  • iperfagia
  • iperglicemia
  • ipertensione
  • ipertrigliceridemia
  • iperuricemia
Cause

Le cause della sindrome metabolica sono da ricercare in una serie di scorrette abitudini (dieta e scarsa attività fisica) e predisposizione familiare (genetica).

Inoltre, il rischio di sviluppare questa condizione aumenta con il passare degli anni e se si soffre di diabete. La sindrome metabolica è spesso “silenziosa”: le persone che ne soffrono, inizialmente, non presentano particolari sintomi e si sentono bene, nonostante cresca la predisposizione a sviluppare in futuro condizioni come il diabete e varie patologie cardiovascolari. Per questo motivo, accade con una certa frequenza che la sindrome metabolica venga scoperta per caso, durante controlli ed accertamenti diagnostici eseguiti per altri motivi.
dislipidemie

Dislipidemie – trigliceridi e colesterolo

Lipidi buoni e cattivi nel sangue

Descrizione

Con il termine dislipidemie si definisce l’insieme delle alterazioni della quantità di lipidi nel sangue, in particolare trigliceridi e colesterolo. Le dislipidemie sono uno dei principali fattori di rischio per le malattie cardiovascolari.

Nel torrente circolatorio, i lipidi circolano legati ad alcune proteine di trasporto con cui formano le lipoproteine. Si distinguono diverse classi di lipoproteine in base alle percentuali di colesterolo, trigliceridi e componenti proteiche che contengono.
  • Chilomicroni
  • VLDL
  • LDL
  • HDL
Sintomi

Il sintomo principale dei soggetti affetti dalle dislipidemie è l’aumentata predisposizione a sviluppare placche aterosclerotiche, a causa del grande quantitativo di lipidi in circolo che possono depositarsi sulle pareti arteriose.

Tra gli altri sintomi si riconoscono:
  • affaticamento
  • ipertensione
  • dolore toracico
  • crampi
Cause

Le cause che portano all’insorgenza delle dislipidemie possono derivare da alcune predisposizioni genetiche o da fattori di rischio. Tra questi, i principali sono:
  • dieta disequilibrata
  • stress
  • abuso di alcol
  • malattie renali ed epatiche
ipertensione

Ipertensione

L'importanza della pressione del sangue

Descrizione

L’ipertensione è una condizione comune in cui la forza che il sangue imprime contro le pareti delle arterie è sufficientemente alta da poter eventualmente causare problemi di salute, come malattie cardiache.

La pressione sanguigna è determinata sia dalla quantità di sangue che pompa il cuore sia dalla resistenza dei capillari alla pressione sanguigna. Più sangue pompa il cuore e più strette sono le arterie, maggiore è la pressione sanguigna.

L’analisi della pressione sanguigna viene determinata da due parametri:
  • pressione sistolica, o massima: misura la pressione nelle arterie quando il cuore batte.
  • pressione diastolica, o di minima: misura la pressione nelle arterie tra un battito e l’altro.
Sintomi

I principali sintomi di ipertensione sono:
  • capogiri, stordimento e vertigini
  • mal di testa, specie al mattino
  • ronzii nelle orecchie (acufeni, tinniti)
  • alterazioni della vista (visione nera, o presenza di puntini luminosi davanti agli occhi)
  • perdite di sangue dal naso (epistassi)
Cause

Nella maggior parte dei casi non è possibile identificare la causa dell’innalzamento della pressione arteriosa (si parla di ipertensione ‘essenziale’ o ‘primitiva’), e solo in una piccola percentuale di casi è individuabile una precisa causa (ipertensione ‘secondaria’).

Sono peraltro noti diversi fattori che aumentano le probabilità di diventare ipertesi:
  • fattori non modificabili, come l’età e la predisposizione genetica.
  • fattori modificabili, come il fumo, un eccessivo consumo di alcol, una dieta ricca in sale o in calorie e la sedentarietà.
Anche lo stress emotivo può favorire la comparsa di pressione alta: queste situazioni simulano una risposta ormonale finalizzata a preparare il corpo all’azione, aumentando così la frequenza e la gettata cardiaca. Se questa condizione si prolunga nel tempo, allora può portare ad ipertensione.
insufficienza cardiaca

Insufficienza cardiaca

Quando il cuore non funziona correttamente

Descrizione

L’insufficienza cardiaca è la condizione nella quale il cuore non riesce a pompare una quantità di sangue sufficiente a tutti gli organi e le parti del corpo.

L’insufficienza cardiaca è una condizione molto comune, che giunge ad interessare oltre il 5% delle persone che hanno più di 70 anni. Nella maggior parte dei casi, si tratta di una condizione cronica, che deve essere seguita e curata per tutta la vita.
Sintomi

I principali sintomi correlati sono:
  • stanchezza
  • respiro affannoso
  • gonfiore (edema) dovuto all’accumulo di liquidi nei tessuti molli delle gambe
  • palpitazioni e battiti irregolari
Cause

L’insufficienza cardiaca può essere provocata da diverse cause:
  • ipertensione
  • malattie coronariche
  • miocardiopatie

Principali attivi nutraceutici

MONACOLINA K
MONACOLINA K
BERGAMOTTO
BERGAMOTTO
colina
COLINA
BERBERINA
BERBERINA
FIBRE
FIBRE
resveratrolo
RESVERATROLO
steroli
STEROLI

L'opinione dell'esperto

Rubrica in collaborazione con Nutrientiesupplementi.it, un progetto editoriale di iFarma Editore, nato da professionisti con esperienza decennale nel campo della salute. Nutrientiesupplementi.it si articola in un portale e in una newsletter settimanale, ricchi di notizie aggiornate e qualificate su nutrizione e integrazione alimentare. Alla guida, due figure di consolidata esperienza del giornalismo medico scientifico italiano: Dario Passoni (Direttore editoriale) e Nicola Miglino (Direttore responsabile). Clicca qui per iscriverti alla newsletter.

Scopri anche il sistema gastrointestinale